Foro maculare

 Home / Info Pazienti / Oftalmologia / Patologie della retina / FORO MACULARE

Il foro maculare è una patologia caratterizzata dalla formazione di una soluzione di continuo nella parte centrale della macula ed è associato ad una riduzione della capacità visiva.

  • + Approfondisci
    Open or Close


    Eziologia

    Nella maggior parte dei casi la causa è idopatica, cioè sconosciuta. In altri casi la trazione vitreomaculare e la comparsa del foro può essere favorita da traumi, infiammazioni oculari, miopia elevata, interventi chirurgici intraoculari.

    Sintomatologia

    Il foro maculare è sintomatico ed associato a calo visivo, metamorfopsie (distorsione delle immagini) o visione di una macchia scura centrale (scotoma).

    Trattamento

    Le adesioni vitreomaculari, i fori maculari lamellari e gli pseudofori possono rimanere asintomatici e non progredire. In questi casi è comunque consigliato eseguire periodicamente controlli del fondo oculare e un esame OCT. Una percentuale di casi tende invece ad essere sintomatica e a progredire nel tempo per cui si deve prendere in considerazione la possibilità di ricorrere ad un trattamento chirurgico.

    Le opzioni terapeutiche disponibili comprendono la vitrectomia via pars plana con peeling della membrana limitante interna. A fine intervento viene riempità la cavità vitreale con un mezzo tamponante (aria, gas o PDMS) e potrà essere richiesto al paziente di mantenere una posizione oblligata durante i primi giorni (capo chino o posizione prona).

    In i casi selezionati di trazioni vitreomaculari o di fori maculari di piccole dimensioni è stato recentemente approvato una farmaco endovitreale che puo essere responsabile della chiusura del foro e del rilascio delle trazioni vitreomaculari senza dover ricorrere ad un intervento chirurgico di vitrectomia (ocriplasmina).

    Il recupero visivo è influenzato dall'acuità visiva preoperatoria e dalla presenza di eventuali patologie associate.


Poliambulatorio delle Muse